ATTO COSTITUTIVO
L'anno duemiladiciannove, il giorno venticinque del mese di giugno in Mestre nello Studio Legale Ticozzi alla Via Torino n. 180. Innanzi a me dottor Giuseppe RASULO, notaio in Spinea, iscritto al Collegio del Distretto Notarile di Venezia, sono presenti - STEVANATO Roberto, nato a Mirano il giorno 20 settembre 1946, residente a Venezia, Via Calucci n. 81, codice fiscale STV RRT 46P20 F241Q, - TICOZZI Ugo, nato a Venezia il giorno 4 dicembre 1939, residente a Venezia, Via G. C. Parolari n. 90/B, codice fiscale TCZ GUO 39T04 L736E, - BISCIONE Marco, nato a Roma il giorno 30 giugno 1958, residente a Tivoli, Viale Colle Ripoli n. 14, codice fiscale BSC MRC 58H30 H501D, - CONIGLIO Fabrizio, nato a Venezia il giorno 24 aprile 1961, residente a Venezia, Via Riviera 20 settembre n. 58, codice fiscale CNG FRZ 61D24 L736V, - BETTIN Gianfranco, nato a Venezia il giorno 21 giugno 1955, residente a Venezia, Via L. Bissolati n. 6, codice fiscale BTT GFR 55H21 L736W , - BONINI Giuseppe, nato a Venezia il giorno 19 maggio 1938, residente a Venezia, Via Castellana n. 63/l, codice fiscale BNN GPP 38E19 L736T, - BORTOLI Luigi, nato a Venezia il giorno 7 aprile 1965, residente a Venezia, Via Egidio Marcon n. 12, codice fiscale BRT LGU 65D07 L736L, Detti comparenti, cittadini italiani, della cui identità personale sono io Notaio certo, convengono e stipulano quanto segue: ARTICOLO 1 STEVANATO Roberto, TICOZZI Ugo, BISCIONE Marco, CONIGLIO Fabrizio, BETTIN Gianfranco, BONINI Giuseppe, BORTOLI Luigi, COSTITUISCONO Una associazione di Promozione Sociale con denominazione: "Associazione Amici del Museo M9", con sede in Mestre presso Casa Mestre, in Calle del Sale n. 43 e la denominazione "Associazione Amici del Museo M9 A.P.S. E.T.S." potrà essere utilizzata a decorrere dall'iscrizione dell'Ente presso il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. ARTICOLO 2 L'Associazione ha durata illimitata. ARTICOLO 3 L'Associazione sarà retta dai seguenti principi e perseguirà i seguenti scopi. L'Associazione, che persegue finalità di utilità sociale mediante lo svolgimento di attività di interesse generale, opera senza scopo di lucro ed in collaborazione con la direzione del museo: promuove, sostiene e diffonde le attività di M9, proponendo anche iniziative diverse ma comunque intese a far conoscere ed apprezzare il museo. L'Associazione promuove altresì raccolte di fondi e lasciti a beneficio diretto di M9. ARTICOLO 4 L’Associazione è retta da quest’atto e dallo Statuto che, composto di un foglio, previa firma delle parti e da me notaio, si allega al presente atto sotto la lettera "A", per formarne parte integrante e sostanziale. ARTICOLO 5 L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo, che viene rinnovato con scadenza triennale e, secondo quanto previsto dell'articolo 10 dell'allegando statuto, attualmente è composto da 11 (undici) membri che vengono nominati nelle persone di: - STEVANATO Roberto, quale Presidente, - TICOZZI Ugo, quale Vice Presidente - BISCIONE Marco, in qualità di Direttore del Museo, - CONIGLIO Fabrizio, in qualità di Tesoriere, - BETTIN Gianfranco, quale consigliere, - BONINI Giuseppe, quale consigliere, come sopra costituiti, - BERNARDI Bruno, quale consigliere, nato a Venezia il giorno 16 dicembre 1950, - CAMPA Cesare, quale consigliere, nato a Venezia il giorno 8 marzo 1943, - DONA' Mariastella, quale consigliere, nata a Venezia il giorno 30 aprile 1962, - MIGGIANI Francesco, quale consigliere, nato a Venezia il giorno 25 settembre 1956, - PELLICANI Nicola, quale consigliere, nato a Venezia il giorno 26 marzo 1961, residente a Venezia. ARTICOLO 6 Al Presidente del Consiglio Direttivo è attribuita la rappresentanza dell’associazione e di gestione sia nei confronti dei terzi che in giudizio. Gli eletti presenti dichiarano di accettare le cariche loro conferite. ARTICOLO 7 L'assemblea dei presenti provvede a nominare il Revisore legale nella persona di * BORTOLI Luigi, come sopra generalizzato, ed i Probiviri in numero di 3 (tre) nelle persone di: * SERENA Antonio, nato a Venezia il giorno 16 giugno 1932, * COLORIO Sergio, nato a Venezia il giorno 16 aprile 1935, * MIANI Pietro, nato a Bonassola il giorno 16 ottobre 1943. ARTICOLO 8 Il primo esercizio sociale si chiuderà il 31 (trentuno) dicembre 2019 (duemiladiciannove). ARTICOLO 9 Le spese di questo atto e sue conseguenziali sono a carico della associazione. Richiesto io notaio ho ricevuto quest'atto e ne ho dato lettura unitamente agli allegati ai comparenti che lo approvano, da me diretto unitamente all'allegato statuto in parte dattiloscritto da persona di mia fiducia ed parte scritto di mio pugno su fogli uno per tre facciate fin qui. Sottoscritto alle ore diciotto e minuti trenta. F.to Roberto STEVANATO " Ugo TICOZZI " Marco BISCIONE " Fabrizio CONIGLIO " Gianfranco BETTIN " Luigi BORTOLI " Giuseppe BONINI " Giuseppe RASULO Notaio
STATUTO
Art. 1) L’Associazione Amici del Museo M9 è Ente del Terzo Settore, Associazione di Promozione Sociale costituita ai sensi del D. Lgs. 117 del 3 luglio 2017, degli artt. 36, 37 e 38 del c.c. e della L.R. Veneto 40/93. Art. 2) L’Associazione, che persegue finalità di utilità sociale mediante lo svolgimento di attività di interesse generale, opera senza scopo di lucro ed in collaborazione con la direzione del museo: promuove, sostiene e diffonde le attività di M9, proponendo anche iniziative diverse ma comunque intese a far conoscere ed apprezzare il museo. L’Associazione promuove altresì raccolte di fondi e lasciti a beneficio diretto di M9. Art. 3) L’Associazione ha sede in Mestre presso Casa Mestre, calle del Sale 43. Compete al Consiglio il trasferimento della sede nell’ambito della città di Mestre. Art. 4) Il patrimonio della Associazione è costituito dalle quote sociali e da eventuali liberalità. L'associazione deve tenere, oltre alle scritture obbligatorie per legge, - i libri degli associati, - i libri delle adunanze e delle deliberazioni dell'assemblea - i libri delle adunanze e delle deliberazioni dell'organo amministrativo. Art.5) I soci dell’Associazione possono essere effettivi (distinti in: fondatori, giovani, sostenitori) o onorari. Art. 6) I soci effettivi sono - i fondatori, - quelli proposti dalla direzione del Museo - i residenti nella città metropolitana di Venezia la cui ammissione, su proposta di altro socio, è stata approvata dal Consiglio. L'ammissione è comunicata all'interessato ed annotata nel libro degli associati. I soci effettivi pagano la quota annuale fissata dal Consiglio. I soci giovani sono soci effettivi con meno di 26 anni, che pagano la diversa quota annuale fissata dal Consiglio. I soci sostenitori sono soci effettivi anche non residenti nella città metropolitana di Venezia che versano la diversa quota minima deliberata dal Consiglio. I soci effettivi in regola con il pagamento della quota sociale hanno diritto di elettorato attivo e passivo. I soci hanno diritto di esaminare i libri sociali. Art. 7) La qualifica di socio si perde per dimissioni o per espulsione deliberata dal Consiglio, che delibera anche sulle proposte di sospensione. L'ammissione di un nuovo associato è fatta con deliberazione dell'organo di amministrazione su domanda dell'interessato. L’adesione viene confermata con il pagamento della annuale quota sociale. Art. 8) Il titolo di Socio onorario o ad honorem viene attribuito dal Consiglio in accordo con la direzione del Museo a personalità che abbiano supportato il museo con importanti contributi economici o culturali e condividano le finalità della Associazione, pur non assumendone i diritti e gli obblighi statutari. I soci onorari non pagano la quota sociale. Art. 9) L'Assemblea può essere Ordinaria o Straordinaria. L'Assemblea ordinaria della Associazione, convocata con comunicazione da inviarsi ai soci effettivi per posta o con E-mail almeno sette giorni prima, sarà valida in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta dei soci effettivi ed in seconda convocazione senza limite di presenze. L’Assemblea ordinaria approva annualmente a maggioranza dei presenti entro il 30 aprile di ciascun anno il bilancio consuntivo dell'anno precedente al 31 dicembre di ogni anno e definisce le linee guida dell'attività dell’anno in corso. L'Assemblea decide con la maggioranza dei voti dei presenti. Art. 10) L'Assemblea Straordinaria viene convocata con uno specifico ordine del giorno su richiesta di almeno tre componenti del Consiglio o di almeno il 10% dei soci con un minimo di 10 persone. L’Assemblea Straordinaria viene convocata, delibera ed ha validità con le medesime modalità dell’Assemblea Ordinaria. Art. 11) L'Assemblea straordinaria delibera a maggioranza dei presenti le eventuali modifiche statutarie, che per essere esecutive devono essere approvate anche dalla direzione del museo. Lo scioglimento della Associazione dovrà essere approvato da quattro quinti dei presenti alla Assemblea convocata a tal fine. Art. 12) Il Consiglio è formato da 10 a 15 componenti e va rinnovato con scadenza triennale nella Assemblea Ordinaria, che determina anche il numero dei componenti, da tenersi entro il mese di aprile di ogni terzo anno. Del Consiglio fa parte di diritto il Direttore del Museo. L’Assemblea elegge a maggioranza semplice dei presenti gli altri componenti del Consiglio il Revisore legale ed i Probiviri in numero di tre. Su proposta del Consiglio uscente la scheda elettorale può portare i nomi dei soci che vengono proposti per la nomina. In questo caso accanto a ciascun nome proposto andrà predisposta una casella libera per indicare l’eventuale sostituzione. Sono nulle le schede che porteranno più nomi del numero degli eleggibili. Art. 13) Il Consiglio ha durata triennale ed elegge tra i propri componenti il Presidente, che rappresenta la Associazione ai fini di legge e convoca le riunioni del Consiglio e le Assemblee, il Vicepresidente, che sostituisce il Presidente in caso di assenza o impossibilità, il Tesoriere che gestisce la contabilità ed il Segretario che gestisce la segreteria della Associazione. Il Consiglio a maggioranza assoluta dei suoi componenti può cooptare altri consiglieri nel massimo di tre. Il Consiglio a maggioranza assoluta dei suoi componenti può nominare degli esperti che parteciperanno alle riunioni del Consiglio senza diritto di voto. Le cariche sono gratuite ed è consentito, su approvazione del Consiglio, il solo rimborso di eventuali spese vive documentate. Art. 14) Il Consiglio può operare con la presenza, anche in collegamento video telematico o telefonico, della maggioranza dei componenti. Il Consiglio delibera a maggioranza dei partecipanti ed in caso di parità prevale il voto del Presidente o di chi lo sostituisce. Il Consiglio coopta eventuali sostituti di componenti dimissionari o comunque cessati, che resteranno in carica fino alla fine del triennio. Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione, senza limitazioni procede pure alla compilazione del bilancio. Art. 15) l Revisore legale ha funzioni di controllo della contabilità della Associazione e ne riferisce ai soci alla Assemblea ordinaria annuale. Il Revisole legale partecipa alle riunioni di Consiglio senza diritto di voto. Art. 16) Il Collegio dei Probiviri elegge il Presidente tra i propri componenti e formula al Consiglio, che decide al riguardo, eventuali proposte di sospensione, per un massimo di tre mesi, o di espulsione nei confronti di soci che abbiano tenuto comportamenti in contrasto o comunque incompatibili con la partecipazione alla Associazione. Art 17) Durante la vita della associazione è vietata la distribuzione, anche in modo indiretto, di utili o avanzi di gestione nonché di fondi, riserve o capitale, salvo che la destinazione o la distribuzione sia imposta dalla legge. Art 18) In caso di scioglimento della Associazione eventuali fondi residui andranno devoluti su decisione dell'Assemblea ad associazioni con analoghe finalità o a fini di pubblica utilità, tenuto conto delle disposizioni di cui all’art. 9 del D. Lgs. 117/17.
CONSIGLIO STATUTO ADESIONE CONTATTI
Amici del Museo M9 c/o Casa Mestre Calle del sale 43 30174 Mestre Venezia email: amicim9@gmail.com